Il gusto delle parole tessute, un dialogo tra Roberto Petza e Stefano Asili al MAN di Nuoro

postato in: In grammi, News | 0

Una performance pensata da Roberto Petza e Stefano Asili. Uno chef e un grafico si cimentano in una rivisitazione della tradizione della tessitura in chiave gastronomica. Un incontro estetico in cui gli straordinari sapori della ricerca di Roberto Petza si uniscono al progetto dell’arazzo da mangiare di Stefano Asili. Attraverso la performance, gli elementi della gastronomia di Petza, in forma di finger food, vengono ordinati serialmente dal progetto grafico di un arazzo ideale, in cui trama e ordito vengono scandite e gustate con un ritmo e una sequenza personale. La ricerca di Roberto Petza sui cibi “sospesi”, in transizione fra stati diversi del gusto, permette di scegliere il proprio percorso alla scoperta di nuove esperienze papillari. La scenografia viene completata dagli arazzi tipografici di Stefano Asili, in cui alcuni proverbi sardi sul cibo diventano altrettanti pretesti di tessiture grafiche.