L’opera di Alessio Orrù: “La Recette”

postato in: In grammi | 0

Per quanto oggigiorno non sia inusuale trovare all’ interno di un ristorante uno spazio dedicato all’installazione di una mostra artistica, non è sicuramente scontato, né così frequente, è anzi, molto spesso, una deliziosa sorpresa. Soprattutto se questo accade in un paesino dell’entroterra sardo come Siddi, in cui è ospite, presso S’Apposentu di Casa Puddu, fino alla fine di novembre, L’opera di Alessio Orrù.

Dall’incontro tra due conterranei, compaesani, e prima di tutto, amanti appassionati della propria terra, conosciuti perché mossi dalla curiosità, l’uno nei confronti dell’opera dell’altro, nasce l’idea di una mostra, all’interno del ristorante stellato di Roberto Petza.

È così che Alessio Orrù, giovane artista sardo trapiantato in Francia, accetta l’invito ad esporre in Marmilla, inaugurando, a Luglio, la sua prima mostra personale in Sardegna.

Lo scultore e disegnatore porta in Casa Puddu un’opera inedita, ispirata al lavoro dello chef Petza: “La Recette”, che nasce da un originario lavoro sulle mani e sulla gestualità, strumenti di espressione prediletti da Alessio, attraverso cui comunicare stati emotivi e atteggiamenti, tramite l’uso di posizioni spaziali e distanze che variano di volta in volta, a seconda dell’intento comunicativo.

IMG_1044

“La Recette è un viaggio” composto da 16 illustrazioni, realizzate con la tecnica della penna a sfera, in cui viene raccontata la cucina, che nasce nel “rituale” della preparazione del prodotto, nella manualità che caratterizza tutti i processi e le tecniche artigianali, in quei gesti che ricordano sapori, odori e profumi che rimandano a delle immagini, attraverso cui è possibile viaggiare, per qualche attimo, in uno spazio privo di qualsiasi confine. A tale scopo, l’esposizione è stata allestita in modo che sia possibile, per il visitatore, fare un viaggio guidato dal proprio istinto con totale libertà di interpretazione.

Dal 14 novembre al 17 gennaio Alessio Orrù esporrà accanto all’artista giapponese Azuma Makoto, per  Lille3000, presso Le colysée, maison folie de lambersart, in cui propone un viaggio nel cuore della sua opera “Organica Bismuth”, accompagnata da un’installazione interattiva unica nel suo genere  “OBPI ART 3D”.

Che vediate le sue opere a S’Apposentu, a Lille o sul suo sito web, in ogni caso sarà sicuramente un Buon viaggio!